Post

Scienza se & Scienza ma: una delle serie meno serie

Immagine
Scienza se & Scienza ma: una delle serie meno serie
Questi lunghi mesi di lockdown dovuti all'emergenza Covid hanno visto il diffondersi, con una velocità maggiore persino del virus, di esperti virologi pronti a dire la loro sulla pandemia, sulle misure adottate per affrontarla, sulle sue origini subdole e laboratoriali e tanto altro... E pensare che alcuni di questi, fino al giorno prima, facevano chi il postino, chi il panettiere, chi l'insegnante di religione, chi il poliziotto, chi il politico (con appesa in camera la pergamena del diploma di terza media in bella vista), etc... Allo stesso tempo in ogni talk show veniva dato spazio allo scienziato di turno che, uscito dall'anonimato del suo piccolo laboratorio, trovava i suoi 5 minuti di popolarità (che secondo Andy Warhol gli spettano di diritto) sposando una tesi complottista oppure minimalista nei confronti della crisi sanitaria che investiva il paese. In questo clima surreale nasce l'idea di un format, Scie…

L’era dei dinosauri è ora!

Immagine
L’era dei dinosauri è ora!
In un periodo reso difficile dalla convivenza con il Covid19, con tutte le scuole ancora a decidere come terminare l’anno in corso, il CPIA1 di Siena ha invitato a tenere una lezione molto particolare Francesco Barberini, aspirante ornitologo di 12 anni, alfiere della repubblica italiana per meriti di divulgazione scientifica (è infatti al suo quarto libro sugli uccelli… si avete capito bene, il quarto!) e molto spesso in TV a condividere questa sua passione con migliaia di spettatori (è stato ospite al Kilimangiaro, a Linea Blu, allo speciale del TG1, a “La mia prima volta”, etc… e oggi alle 18:00 era su Rai Gulp nel programma Explorer). Francesco oggi è stato per un’ora il professore dei ragazzi del biennio della scuola serale di Poggibonsi (il Centro provinciale per l'istruzione degli adulti, per il primo anno sotto la guida della neo-dirigente Daniela Mayer) alla quale hanno partecipato, tra colleghi, studenti dell’università della facoltà di biologi…

Balasso incontra i detenuti di Siena

Immagine
Balasso incontra i detenuti di Siena
La prima volta che ho visto Natalino Balasso in televisione era intorno al 2000, a Zelig, quando in una gag di pochi minuti, impersonava un attore di film a luci rosse (...non a luci rosse, PORNO! correggerebbe lui) che si doveva "piegare" alle esigenze della produzione. Me lo ricordo qualche anno dopo nei panni del professore, a Zelig e Mai dire gol, che parlava dei somari dei sumeri non semiti... poi ne ho perso un po' le tracce. Quando ho saputo che sarebbe venuto a Siena con uno dei lavori più celebri di Goldoni, Arlecchino servitore di due padroni, ho deciso di invitarlo a incontrare i detenuti nella piccola casa circondariale di Santo Spirito. L'artista del Polesine ha subito accettato entusiasta la nostra richiesta e questa mattina, prima di continuare a Firenze la sua tournée teatrale, ha deciso di sacrificare un po' del suo riposo tra uno spettacolo e l'altro per incontrare gli ospiti della nostra struttura. Nonos…

Numeri Primi a Santo Spirito

Immagine
Numeri Primi a Santo Spirito
Ormai la TV formato streaming si sta diffondendo a macchia d'olio. Piattaforme a pagamento come Netflix, Infinity, Chili, etc... sono entrate in moltissime case, compresa la mia! E non è soltanto la comodità di iniziare a vedere un film o un programma quando fa più comodo. Di vederlo in più volte se manca il tempo per terminarlo. Certo quelli sono sicuramente aspetti da non sottovalutare. Ma tendo a legare questa esplosione della Streaming TV anche e soprattuto alla pochezza che il palinsesto tradizionale offre. Quando vedo lo share di programmi quali Uomini e Donne o Non è la d'Urso (che poi- scusate lo Spoiler- chissà chi cazzo è) qualcosa dentro me muore, inesorabilmente. Come siamo arrivati a questo? Possibile che a un italiano su cinque interessi davvero se una Roberta qualsiasi preferisca Simone che però l'ha tradita con Giulia e che alla fine si è scoperto anche po' ghei? Se c'è ancora speranza per questo paese credo che vada cer…

Matematica d'evasione

Immagine
Matematica d'evasione (Numeri dal carcere)
Portavo la pipa per i Lupi e arrivai a un accampamento nemico abbandonato sul Rosebud. Nel luogo avevano costruito delle capanne di rami e frasche: da esse capii che il nemico ci superava di numero. Ma per sapere quanti guerrieri ci fossero nel gruppo Sioux, noi Lupi attendemmo fino a che non arrivarono i nostri uomini, e poi li facemmo entrare nelle capanne. Dopo che furono entrati tutti, rimanevano quasi altrettante capanne libere, e così valutammo che i Sioux ci superassero circa di due a uno (Molti Trofei, Una vita sul sentiero di guerra. Autobiografia di un capo Crow, 1930). 
Mi chiamo Claudio Marini e insegno matematica da molti anni nella casa circondariale di Siena (carcere gestito dal CPIA1 di Siena), una piccola struttura che ospita mediamente 50-60 detenuti di diverse etnie, religioni, età, lingue e provenienze. Non è semplice seguire un percorso didattico con studenti che spesso non hanno solide basi di partenza (a volte non le …

La mia prima volta a Salsomaggiore

Immagine
La mia prima volta a Salsomaggiore
Siamo appena tornati da Salsomaggiore, stanchi, distrutti, provati... ma felici. E' stata la mia prima volta a Salsomaggiore senza toccare una carta. Sicuramente ne ha giovato il bridge... però è stata davvero strana. Insieme al presidente dell'associazione Siena Bridge e alla fedele compagna di scorribande bridgistiche Giovanna abbiamo accompagnato ai campionati under 26 BAS (Bridge a scuola) la nostra compagine di 8 meravigliosi bambini tra la seconda media e il primo superiore. 

Siamo venuti qua con un solo grosso obiettivo: quello di divertirci tra i tavoli con altri bambini venuti a Salso per lo stesso motivo. Nessuna aspettativa di premio, di podio, di prestazioni particolari. Hanno iniziato da poco a giocare e hanno giocato davvero poco nei mesi precedenti (i bambini adesso sono davvero stracarichi di impegni extrascolastici... ginnastica, pallavolo, musica, scacchi, danza, progetti PON...) comunque avevano piacere a giocare e questo e…

La meglio gioventù a Santo Spirito

Immagine
La meglio gioventù a Santo Spirito
Oggi, 23 Marzo, c’è stato l’ultimo incontro dell’anno (scolastico) di un progetto che ha visto i detenuti della Casa Circondariale di Siena confrontarsi con i tanti artisti che sono venuti a trovarli in questi mesi. Il ghiaccio era stato rotto dall’esuberanza e dalla giovanile incoscienza di Filippo Panìco e dalla voce dolce e cromaticamente variegata di Letizia Fuochi. Tra Febbraio e Marzo poi hanno avuto il piacere di vedere e apprezzare la grazia e il talento di Laura Marinoni, hanno cantato insieme a Stefano Fresi, improvvisato insieme a Massimo Lopez e Tullio Solenghi e oggi hanno ascoltato in un silenzio surreale l’emozionante testimonianza di Luigi Lo Cascio riguardo al suo rapporto con il teatro, la sua carriera e i suoi lavori più importanti. L’attore siciliano che è a Siena insieme a Sergio Rubini al teatro dei Rinnovati con Dracula(per la regia dello stesso Rubini) ha voluto fortemente questo incontro. Lui, che ha recitato sui più importan…